Famiglia stilizzata, image by GDJ - Open Clipart


 

⇒ BONUS TENDE DA SOLE 2022

Il bonus tende da sole è un’agevolazione fiscale prevista per l’acquisto e la posa in opera di schermature solari o chiusure tecniche mobili oscuranti. Consiste in una detrazione d’imposta pari al 50% delle spese totali sostenute. Il limite massimo di detrazione ammissibile è pari a 60.000 euro per unità immobiliare. .

Vedi la GUIDA ENEA, con tutte le informazioni sul bonus tende da sole.

⇒ BONUS CONDIZIONATORI 2022

Il bonus condizionatori è un’agevolazione che spetta a coloro che decidono di acquistare oppure sostituire il condizionatore con uno a risparmio energetico. Questa detrazione, previstanella Legge di Bilancio 2021 rientra nell’ambito di una ristrutturazione edilizia. È stata prorogata nella Legge di Bilancio 2022 e viene considerata nel cosiddetto “bonus ristrutturazioni”. Tuttavia è possibile beneficiare del bonus condizionatori anche senza aver effettuato i lavori di ristrutturazione facendo rientrare l’agevolazione in altri due tipi di bonus:

  • bonus mobili ed elettrodomestici (detrazione al 50%);
  • Ecobonus per il risparmio energetico (detrazione al 65%);

Infine, è anche possibile ottenere sgravi sull’acquisto dei condizionatori grazie al Superbonus 110%. Tale agevolazione è però possibile solo se la sostituzione o l’installazione del climatizzatore viene fatta insieme a un intervento trainante che prevede un miglioramento di due classi energetiche dell’edificio oggetto di riqualificazione.

Vedi guida dell'Agenzia delle Entrate

⇒ BONUS SOCIALE/ BONUS ENERGIA 2022

Il bonus energia (acqua, luce e gas) prevede uno sconto sulle bollette delle rispettive utenze. Questi tre bonus, dal 1° gennaio 2021 sono erogati in maniera automatica. Confermato il bonus sociale energia elettrica e gas fino al 31 agosto 2022 (Decreto Aiuti 2022).

E’ sufficiente che ogni anno il cittadino/nucleo familiare presenti la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l'attestazione ISEE utile per le differenti prestazioni sociali agevolate.

Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus per disagio economico sono:

  • appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro, oppure
  • appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro, oppure
  • appartenere ad un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva. Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia - elettrico, gas, idrico - per anno di competenza.

Non viene invece per il momento erogato automaticamente il bonus per disagio fisico, quindi le persone interessate devono continuare a fare richiesta presso i Comuni e/o i CAF delegati.

Vedi sito di ARERA per tutte le informazioni

NOVITA'

Col decreto Ucraina bis (Decreto-legge n. 21/2022), il governo ha innalzato la soglia massima Isee in base alla quale è possibile accedere al cosiddetto bonus bollette, portandola da 8.265 euro a 12.000 euro e allargando così la platea dei potenziali beneficiari.


⇒ BONUS IDRICO 2022

Il bonus ammonta ad un massimo di 1.000 euro e può essere richiesto una sola volta, per un solo immobile. È valido per ciascun beneficiario, per le spese effettivamente sostenute dal 1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi di efficientamento idrico. Viene emesso secondo l’ordine di arrivo delle richieste fino ad esaurimento dei fondi stanziati. Il bonus idrico non costituisce reddito per chi lo ottiene e non viene considerato ai fini ISEE. Possono usufruire del bonus idrico tutte le persone fisiche maggiorenni, residenti in Italia. Non vi sono limiti ISEE. 

Le spese ammissibili sono:

  • la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica con volume massimo di scarico uguale o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico, compresi le opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti;

  • la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

Il bonus idrico è alternativo e non cumulabile, in relazione a medesime voci di spesa, con altre agevolazioni di natura fiscale relative alla fornitura, posa in opera e installazione degli stessi beni.

Vedi la pagina dedicata dell'Informafamiglie

Dal primo al 28 febbraio 2022 è possibile presentare domanda per le spese sostenute nel 2021. Mentre la domanda di bonus per le spese sostenute nel 2022 dovrà essere inviata dal primo al 28 febbraio 2023. E' necessario registrarsi sulla piattaforma bonus idrico online www.bonusidricomite.it previa autenticazione. Le istanze di rimborso, correttamente compilate e corredate dalla necessaria documentazione, saranno ammesse fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.

Per accedere alla Piattaforma vi è bisogno dello SPID o della Carta d’Identità Elettronica.


⇒ BONUS BARRIERE ARCHITETTONICHE 2022

L’agevolazione vale esclusivamente per le spese documentate sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 per la realizzazione d’interventi direttamente finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti. Viene concesso anche per l’istallazione degli impianti di automazione (come ascensori o montascale) che servono ad eliminare i limiti per chi ha problemi deambulatori. Sono previsti però dei limiti massimi di spesa a seconda del tipo di edifici interessati dall’intervento. Il bonus è valido solo per l’anno 2022.
Per richiedere il Bonus  bisogna inserire la detrazione nella dichiarazione dei redditi, suddividendo l’importo in 5 anni. Questo però non è l’unico modo per ottenere l’agevolazione. In alternativa il bonus può anche essere fruito in maniera più immediata sotto forma di:
- sconto in fattura da parte dei fornitori di beni o servizi (l’azienda che ha realizzato gli interventi applica uno sconto);
- cessione del credito che corrisponde alla detrazione spettante con rimborso della somma corrispondente (il credito viene ceduto e sha l’opportunità di recuperare subito l’importo che spetta per l’agevolazione).

Vedi pagina dell’Agenzia delle Entrate per maggiori informazioni

 

⇒ BONUS PRIMA CASA UNDER 36

Il decreto Sostegni bis ha introdotto diverse agevolazioni per l’acquisto della casa per i giovani che hanno meno di 36 anni e  un Isee di massimo 40 mila euro. In particolare questo bonus permette ai giovani di non pagare le imposte sull'acquisto della prima casa. Il bonus è in vigore solo fino al 31 dicembre 2022Vedi la comunicazione dell'Agenzia delle Entrate

Vedi pagina dedicata del sito Informafamiglie

 

⇒ BONUS ROTTAMAZIONE TV

Dal 23 agosto è attivo il nuovo bonus tv per sostituire gli apparecchi che risultano obsoleti. E' uno sconto del 20 per cento fino a un massimo di 100 euro per chi acquista un nuovo televisore rottamando il vecchio. Per richiederlo è sufficiente avere un apparecchio da rottamare e presentarsi dal rivenditore o all’isola ecologica autorizzati con il modulo di autodichiarazione compilato.

Per maggiori informazioni consulta il sito del MISE

 

⇒ SUPERBONUS 110%  ll Superbonus è l’agevolazione fiscale che consiste in una detrazione del 110% delle spese sostenute a partire dal 1 luglio 2020 per la realizzazione di specifici interventi finalizzati all’efficienza energetica e al consolidamento statico o alla riduzione del rischio sismico degli edifici. Tra gli interventi agevolati rientra anche l’installazione di impianti fotovoltaici e delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. Per tutte le informazioni vedi la pagina dedicata dell'Agenzia delle Entrate.

Vedi pagina sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri in cui è possibile inviare le proprie domande per la risoluzione di dubbi o perplessità sulla presentazione delle istanze.

Guida pubblicata dall'Agenzia delle Entrate

⇒ BONUS MOBILI  È una detrazione, quindi si recupera il 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili o elettrodomestici destinati all’arredamento di una casa ristrutturata, la detrazione viene divisa in 10 quote annuali di pari importo. Per le spese sostenute nel 2021 il limite di spesa massimo è di 16.000 euro. Nel 2022 il limite di spesa è di 10.000 euro mentre nel 2023 e nel 2024 il limite si abbassa a 5.000 euro. Per detrarre le spese sostenute bisogna vere effettuato lavori di ristrutturazione nell'anno precedente, anche se terminati nell'anno in corso. Quindi per detrarre acquisti effettuati nel 2021 bisogna ristrutturato nel 2020 o nel 2021, è importante quindi iniziare i lavori prima di comprare mobili o elettrodomestici. Allo stesso modo, per detrarre acquisti effettuati nel 2022 bisogna aver ristrutturato nel 2021 o nel 2022. 
 

⇒ SCONTI SULLA BOLLETTA TELEFONICA  2021 su telefono fisso. Possono presentare la domanda le famiglie che hanno un ISEE inferiore a 8112.23 euro. Lo sconto è pari al 50 per cento del canone di accesso alla rete telefonica fissa, che passa da 19 euro a 9,5 euro e a 30 minuti gratuiti di telefonate da telefono fisso verso tutte le numerazioni nazionali fisse e mobili. Per usufruire dello sconto è necessario stipulare un contratto telefonico con Tim. Per ulteriori informazioni, per le modalità per presentare domanda e la modulistica da complare vedi la pagina dedicata dall'Agcom